Ultima modifica: 24 Febbraio 2020
Home > Attività nelle scuole > Testimonianze per non dimenticare

Testimonianze per non dimenticare

Il 18 Febbraio, alcuni alunni della nostra scuola incontrano Giuliana Pozzi, la cui famiglia, nascose per circa un mese la piccola Liliana Segre

Dopo che il Comune di Paderno Dugnano ha attribuito la Calderina d’oro, alla famiglia Pozzi che ha aiutato Liliana Segre bambina, a sfuggire dai nazifascisti, nascondendola per circa un mese. Una delle due figlie, la signora Giuliana Pozzi, schiva di onori, come lo sono coloro che nel loro passato hanno avuto una storia simile alla sua, facendo uno strappo alla regola, è venuta a scuola ed ha accettato di rispondere alle domande di alcuni studenti.

La senatrice Segre, memore del bene ricevuto, non ha mai smesso di citare la famiglia Pozzi nei suoi discorsi, collocandola tra quei “giusti, che rappresentano un dono per l’umanità”. Da parte loro i membri di tale famiglia non hanno mai ricercato notorietà per le loro azioni, convinti che il bene vada fatto, ma non raccontato, come del resto fa chiunque abbia vissuto quegli anni di terrore e di odio, riuscendo a non fare soggiacere il principio di solidarietà tra gli uomini alla fredda indifferenza. Per la collaborazione all’iniziativa si ringraziano la Dirigente scolastica, Paola Maria Perrino, e le docenti, Beatrice Doriguzzi e Teresa Tartaglione. Di seguito, l’intervista.

Intervista Giuliana Pozzi

 

Allegati




Return to Top ▲Return to Top ▲

Autorizzazione all’uso dei cookie</br>La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il tuo consenso per l'uso dei cookie.</br>Acconsenti? Per ulteriori informazioni visualizza la Cookie Policy. NO, non accetto

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi